Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
3 agosto 2014 7 03 /08 /agosto /2014 19:01
C’è un bisogno sempre più sentito di dare ai figli ciò che è mancato a noi. Allora inizia la corsa per fare in modo che questo si avveri e si cerca di non far mancare nulla ai bambini. Siamo disposti a qualsiasi sacrificio purché ogni loro desiderio trovi risposta e doniamo, doniamo, doniamo… Doniamo in oggetti, in giochi, in tempo organizzato… Doniamo con ansia, quasi non bastasse mai quello che diamo, quello che facciamo… Il più delle volte doniamo pensando di amare e di amare “bene”. L’amore è così complicato! Lo è anche quando dobbiamo educare i nostri figli. Quei figli che non siamo noi, ma creature stupende staccate da noi, che la vita ci ha affidato e che dobbiamo aiutare a crescere. Il “tutto” che noi vorremmo dare, non permetterebbe ai bambini di sperimentare l’attesa, di vivere la rinuncia, di capire che nella quotidianità dell’esistenza il “tutto” non si può avere e ottenerlo da piccoli a ogni costo non è sempre costruttivo. La vita reale è fatta di vuoti, di rinunce, di insoddisfazioni, di desideri non realizzati… Sono dei “no” con cui dobbiamo convivere e che dobbiamo saper gestire con forza e ottimismo. Quando insegneremo, quindi, la vita vera ai nostri figli se seminiamo strade di “sì” a ogni loro richiesta? Ecco allora che i nostri “sì” incondizionati, che noi chiamiamo amore, diventano la nostra sconfitta genitoriale. Se non impariamo ad accettare nostro figlio serenamente e con convinzione, mentre attraversa l’esperienza della privazione, non lo muniremo già da subito della capacità di affrontare la sua vita, leggendola come essa è nella realtà: non il paese dei balocchi, ma una costante difficoltosa e meravigliosa conquista. Nulla ti viene donato, da adulto, su un vassoio dorato; è proprio la conquista quotidiana che dà valore alle nostre fatiche, che fortifica ed è fonte di crescita! Così alla fine è privando che amiamo, non donando tutto. L’unica cosa che non dobbiamo mai elemosinare è l’amore, quello vero. Buona qualità di vita con i vostri figli. Mariella Lunardi

C’è un bisogno sempre più sentito di dare ai figli ciò che è mancato a noi. Allora inizia la corsa per fare in modo che questo si avveri e si cerca di non far mancare nulla ai bambini. Siamo disposti a qualsiasi sacrificio purché ogni loro desiderio trovi risposta e doniamo, doniamo, doniamo… Doniamo in oggetti, in giochi, in tempo organizzato… Doniamo con ansia, quasi non bastasse mai quello che diamo, quello che facciamo… Il più delle volte doniamo pensando di amare e di amare “bene”. L’amore è così complicato! Lo è anche quando dobbiamo educare i nostri figli. Quei figli che non siamo noi, ma creature stupende staccate da noi, che la vita ci ha affidato e che dobbiamo aiutare a crescere. Il “tutto” che noi vorremmo dare, non permetterebbe ai bambini di sperimentare l’attesa, di vivere la rinuncia, di capire che nella quotidianità dell’esistenza il “tutto” non si può avere e ottenerlo da piccoli a ogni costo non è sempre costruttivo. La vita reale è fatta di vuoti, di rinunce, di insoddisfazioni, di desideri non realizzati… Sono dei “no” con cui dobbiamo convivere e che dobbiamo saper gestire con forza e ottimismo. Quando insegneremo, quindi, la vita vera ai nostri figli se seminiamo strade di “sì” a ogni loro richiesta? Ecco allora che i nostri “sì” incondizionati, che noi chiamiamo amore, diventano la nostra sconfitta genitoriale. Se non impariamo ad accettare nostro figlio serenamente e con convinzione, mentre attraversa l’esperienza della privazione, non lo muniremo già da subito della capacità di affrontare la sua vita, leggendola come essa è nella realtà: non il paese dei balocchi, ma una costante difficoltosa e meravigliosa conquista. Nulla ti viene donato, da adulto, su un vassoio dorato; è proprio la conquista quotidiana che dà valore alle nostre fatiche, che fortifica ed è fonte di crescita! Così alla fine è privando che amiamo, non donando tutto. L’unica cosa che non dobbiamo mai elemosinare è l’amore, quello vero. Buona qualità di vita con i vostri figli. Mariella Lunardi

Condividi post

Repost 0
Published by Libreria Liberalibro - in La rubrica di Mariella Lunardi
scrivi un commento

commenti

Libreria Liberalibro

Via Marconi 6
36078 Valdagno (Vi)
tel 0445 402293 - 0444 225270
mail: liberalibro.libreria@gmail.com


Siamo anche su

 FACEBOOK!

La libreria

liberalibro2

 

liberalibro1

Link