Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
11 maggio 2014 7 11 /05 /maggio /2014 21:07
Cristina Bellemo è vicentina, di Bassano del Grappa. É giornalista e scrive per ragazzi da qualche anno. Tra i suoi albi il bellissimo "La leggerezza perduta" edito da Topipittori nel quale concetti come "utile e superfluo" o "crescita sostenibile" sono messi in fiaba e raccontata ai più piccoli.
In "Sottosopra" invece, delle edizioni Zoolibri, la Bellemo narra di due Paesi, quello di Sopra e quello di Sotto, ben separati tra loro, zeppi rispettivamente di soprintendenti, soprannomi, soprabiti, e di sottotenenti, sottoscala e sottovesti. In seguito ad una bufera di vento i due paesi si ritrovarono un po' scombussolati, un po' sottosopra, ma più variegati e contenti. Di recentissima pubblicazione è invece il romanzo edito da Rizzoli: "Io e il falco". Un romanzo che l'autrice rivolge a lettori delle scuole medie, nonché adulti appassionati di natura. "Io e il falco" è un romanzo di formazione, un romanzo di crescita, una storia che narra di una passione particolare e di un'altrettanta particolare amicizia. Siamo a metà degli anni '70, tra la Puglia e il Veneto. Un ragazzino di dieci anni, Salvatore, riceve in dono dal nonno un falco, a cui darà nome Piccolo. Un romanzo in cui la falconeria, la stessa descritta da Federico II di Svevia, nel trattato "De arte venandi cum avibus", diventa ragione di vita di questo ragazzo. Inizialmente ostacolato dai genitori, ritroveremo Salvatore, cresciuto, seguire le proprie idee in giro per il mondo: Austria, Brasile e negli Stati Uniti, dove per il "Peregrine Fund" partecipa ad un progetto per far tornare liberi dei piccoli nati in cattività. "La falconeria è un'arte che forma naturalisti. Fa germogliare ed esplodere l'amore e il senso di protezione per la vita", e il romanzo della Bellemo è un inno alla vita, non solo a quella, in mezzo alla natura.

Cristina Bellemo è vicentina, di Bassano del Grappa. É giornalista e scrive per ragazzi da qualche anno. Tra i suoi albi il bellissimo "La leggerezza perduta" edito da Topipittori nel quale concetti come "utile e superfluo" o "crescita sostenibile" sono messi in fiaba e raccontata ai più piccoli. In "Sottosopra" invece, delle edizioni Zoolibri, la Bellemo narra di due Paesi, quello di Sopra e quello di Sotto, ben separati tra loro, zeppi rispettivamente di soprintendenti, soprannomi, soprabiti, e di sottotenenti, sottoscala e sottovesti. In seguito ad una bufera di vento i due paesi si ritrovarono un po' scombussolati, un po' sottosopra, ma più variegati e contenti. Di recentissima pubblicazione è invece il romanzo edito da Rizzoli: "Io e il falco". Un romanzo che l'autrice rivolge a lettori delle scuole medie, nonché adulti appassionati di natura. "Io e il falco" è un romanzo di formazione, un romanzo di crescita, una storia che narra di una passione particolare e di un'altrettanta particolare amicizia. Siamo a metà degli anni '70, tra la Puglia e il Veneto. Un ragazzino di dieci anni, Salvatore, riceve in dono dal nonno un falco, a cui darà nome Piccolo. Un romanzo in cui la falconeria, la stessa descritta da Federico II di Svevia, nel trattato "De arte venandi cum avibus", diventa ragione di vita di questo ragazzo. Inizialmente ostacolato dai genitori, ritroveremo Salvatore, cresciuto, seguire le proprie idee in giro per il mondo: Austria, Brasile e negli Stati Uniti, dove per il "Peregrine Fund" partecipa ad un progetto per far tornare liberi dei piccoli nati in cattività. "La falconeria è un'arte che forma naturalisti. Fa germogliare ed esplodere l'amore e il senso di protezione per la vita", e il romanzo della Bellemo è un inno alla vita, non solo a quella, in mezzo alla natura.

Condividi post

Repost 0
Published by Libreria Liberalibro - in Incontri
scrivi un commento

commenti

Libreria Liberalibro

Via Marconi 6
36078 Valdagno (Vi)
tel 0445 402293
mail: liberalibro.libreria@gmail.com


Siamo anche su

 FACEBOOK!

La libreria

liberalibro2

 

liberalibro1

Link