Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
11 aprile 2014 5 11 /04 /aprile /2014 00:11
Libro del mese di aprile 2014: "Il prete bello" di Goffredo Parise

Nel maggio del 1954 esce per l'editore Garzanti “Il prete bello”, romanzo scritto da uno sconosciuto vicentino, Edo Parise.

Il giovane aveva già dato alle stampe due romanzi Il ragazzo morto e le comete nel 1951 e La grande Vacanza nel 1953, pubblicati entrambi dall'amico editore Neri Pozza.

In questo periodo Parise lascia Vicenza e, dopo aver trascorso un periodo a Venezia, trova lavoro presso un'importante casa editrice di Milano. La città gli è fredda e patisce la solitudine perciò sente il desiderio di scrivere una storia con tanti personaggi allegri e originali, che sappia far ridere e commuovere, una storia che lui stesso definisce “estiva”. Nasce così Il prete bello, vero caso editoriale, clamoroso successo che verrà presto tradotto in molti paesi e regalerà a Edo, insieme a critiche denigratorie, interesse e celebrità.

A sessant'anni di distanza questo romanzo ha molto da raccontare, da divertire e commuovere e da insegnare.

I personaggi così originali ed eccentrici, induriti dalla fame, dal freddo e dall'ignoranza ma spensierati, spregiudicati, svagati popolano pagine indimenticabili dove la lettura si fa visiva, plastica, la descrizione diviene materia, il dialogo colpisce l'olfatto, l'episodio risulta ruvido, il destino grave e assordante.

Parise è un gigante che con forza strattona il lettore e lo spinge dentro una semplice ma vivissima storia che si snoda tra il '39 e il '40 e che vede don Gastone Caoduro, prete bello, svagato, elegante e vanesio stregare un intero caseggiato abitato da un'umanità singolare fatta di signore zelanti e bigotte, commercianti e artigiani scaltri o consunti, fascisti comici, ragazzini furbi, ruffiani, generosi e soli.

A Parise dobbiamo la nuda e coraggiosa onestà per averci descritto magistralmente una piccola città di provincia, Vicenza, in anni non distanti dal nostro contemporaneo in uno spaccato di vita e di società che sembra essere lontanissimo ed estraneo da noi e dalla nostra stessa storia.

Ma quella storia in realtà così fastidiosa, scomoda e desolata ma gaia, furba e allegra non dista che un passo da noi: è la matrigna che ci ha generato e che con fatica non possiamo non chiamare mamma.

Il prete bello è un romanzo bellissimo, struggente e che non si dimentica.

Condividi post

Repost 0
Published by Libreria Liberalibro - in Libro del mese Narrativa contemporanea
scrivi un commento

commenti

Libreria Liberalibro

Via Marconi 6
36078 Valdagno (Vi)
tel 0445 402293
mail: liberalibro.libreria@gmail.com


Siamo anche su

 FACEBOOK!

La libreria

liberalibro2

 

liberalibro1

Link